fbpx
L'Angolo del Pulcino

L’Angolo del Pulcino: situazioni per la finalizzazione

3 Agosto 2022

L’Angolo del Pulcino: situazioni per la finalizzazione

Nell’articolo di oggi rivediamo aggiornata un’esercitazione rivolta alle categorie Pulcini ed Esordienti ma che può offrire interessanti spunti anche con quella Giovanissimi.

La proposta ho scelto di condividerla perché richiama la situazione di gioco: “Lato chiuso. Ricomincio giocando a sostegno e cambio lato”.

Il giocatore (a) parte in conduzione verso la sagoma ed esegue un cambio di senso per poi servire il giocatore (b) che a sua volta allarga per (c) che riceve sulla corsa.

✔️ Step uno: il giocatore (c) esegue una finta libera sulla sagoma per poi calciare in porta

✔️ Step due: il giocatore (b), dopo aver giocato a (c), gli si fa incontro per ricevere e chiudere il triangolo con (c) che calcerà in porta

✔️ Step tre: il giocatore (b), dopo aver giocato palla su (c), attacca lo spazio per ricevere il passaggio in profondità di (c)  e calciare in porta

✔️ Step quattro: come precedente ma si inserisce (a) con un taglio per ricevere da (c) e calciare in porta

✔️ Step cinque: Si lascia piena autonomia ai ragazzi. Questi potranno infatti sviluppare alcuni degli step precedenti o crearne di nuovi. Le varianti sono infatti moltissime e quasi infinite.

Numero di giocatori minimo 8, massimo 13

Parole chiave: chiuso, sostegno, cambia, taglio, uno-due

🔑 Punti chiave

✅ Tempi di inserimento

✅ Utilizzo del piede corretto

✅ Comunicazione

✅ Tiro in porta

Rotazioni: i giocatori ruotano sempre di una posizione verso destra o sinistra a seconda dell’orientamento dell’azione

Punteggi: gol 1 punto, gol con il piede debole 2 punti.

Modalità sfida: sfida individuale. Al termine dell’esercitazione i due giocatori col punteggio maggiore faranno i capitani. Sfida collettiva: la squadra che segna più gol guadagna 1 punto di vantaggio per la partita finale.

Serbatoio: palloni organizzati in prossimità del giocatore (A) che da il via all’azione

VARIANTI

📌 cambiare il senso di partenza dell’azione

📌 sostituire le sagome con dei giocatori (passivi o semi-attivi)

📌 introdurre un’altra porta difesa da (P), sempre sulla stessa linea di fondo della precedente. Al centro delle due porte collochiamo 1 difendente. Appena (C) riceve palla si va al 1 contro 1. Se il Difensore recupera palla va a meta nella porticina di partenza di (C).

📈 Evoluzione dal 3 contro 2 al 3 contro 3

Sostituiamo le sagome con dei giocatori attivi.

Il giocatore (a) parte in guida della palla verso (d) ed esegue un cambio di senso per poi servire (b) che a sua volta allarga su (c).

✔️ Step uno: appena (c) riceve palla si da il via al 3 contro 2 con (d) e (f) che vanno a difendere la porta. In caso di recupero i difensori vanno a meta su una delle tre porticine di partenza degli attaccanti.

✔️ Step due: appena (c) riceve palla si da il via al 3 contro 2 con (d) e (f) che vanno a difendere la porta ed in caso di recupero ricercano il passaggio verso (e), dando il via al 3 contro 3. In questo modo i ruoli si invertono, con (d), (e) e (f) che attaccano la porta, mentre (a), (b) e (c) se recuperano vanno a meta nelle tre portine di partenza.

✔️ Step tre: appena (c) riceve palla si da il via al 3 contro 3 con (e) in ritardo e con (d) e (f) che vanno a difendere la porta. In caso di recupero vanno a meta nelle tre porticine di partenza dell’azione.

Numero di giocatori minimo 10, massimo 16

Parole chiave: chiuso, sostegno, cambia, taglio, uno-due, dentro, muro

🔑 Punti chiave

✅ occupazione dello spazio

✅ comunicazione

✅ transizioni

✅ mobilità (attraverso interscambi di posizione)

Rotazioni: (a), (b) e (c) al posto di (d), (e) e (f) che seguono in coda alle file (variando le posizioni di partenza)

Modalità sfida: sfida collettiva. La squadra che vince la sfida guadagna 1 punto di vantaggio per la partita finale.

Serbatoio: palloni organizzati in prossimità del giocatore (a) che da il via all’azione.

VARIANTI

📌 cambiare il senso di partenza dell’azione

📌 collochiamo due attaccanti in profondità ai lati della porta che fungono da appoggi per (a), (b) e (c). Situazione di 5 contro 3

📌 introdurre un’altra porta difesa da portiere. Al centro delle due porte collochiamo un difendente che può essere servito in caso di recupero di (d), (e) e (f). Situazione di 3 contro 4

Credit Immagine: https://fcb-escola.fcbarcelona.com

Lascia un commento

Hai già un account? Accedi

Powered By MemberPress WooCommerce Plus Integration