fbpx
Libri

Letture Consigliate: “I cambi di direzione”, di A. Tibaudi

22 Giugno 2024

Letture Consigliate: “I cambi di direzione”, di A. Tibaudi

Nell’articolo di oggi sono a presentarvi il libro “I cambi di direzione”, scritto da Agostino Tibaudi, editore Calzetti e Mariucci (2011).

Cenni sugli autori: Agostino Tibaudi, nato ad Alessandria nel 1965, è preparatore atletico professionista. Ha allenato nei settori giovanili e nelle prime squadre dell’A.S. Casale e della Pro Vercelli prima di passare alla prima squadra del Milan nelle stagioni 2000-2001 e 2001-02. Ha inoltre collaborato con lo staff tecnico del Chelsea, sotto la guida di Claudio Ranieri, nel Krylya Sovetov (Russia) e nella Sampdoria, stagioni 2006-2007 (allenatore Novellino), 2007-2009 (Mazzarri), 2009-10 (Del Neri) e 2010-11 (Di Carlo).

“I cambi di direzione. Analisi e metodologia di allenamento dei movimenti specifici del calciatore” è un testo che personalmente suggerirei a tutti i preparatori fisici e a quegli allenatori appassionati che vogliono approfondire il tema dei cambi di direzione.

“Con riferimento in particolare alle traiettorie di movimento, la corsa con cambi di direzione costituisce una delle modalità di spostamento sul terreno di gioco più importanti. Per questo motivo il calciatore deve possedere e soprattutto allenare con stimoli mirati molte qualità fisiche e coordinative che gli permettano di conseguire una prestazione motoria efficace in partita”

Una domanda che nel 2024 dovremmo porci è: “quanto la netta riduzione del gioco libero/strada incide sulle capacità motorie dei nostri giovani? Moltissimo! La capacità di saper effettuare un cambio di direzione, una frenata e una nuova ripartenza, esulano forse da queste criticità? Niente affatto.

Se pensiamo ad esempio ai più tradizionali giochi “prendi e scappa” (guardie e ladri per capirci) capita oggi di osservare bambini incapaci di ingannare l’avversario eludendolo con una sola finta di corpo…immaginatevi con un pallone tra i piedi. Con questo non voglio dire che sia necessario allenare i cambi di direzione attraverso esercizi analitici nella scuola calcio, ma come spesso, le necessità del gioco non coincidano con le abilità dei giovani atleti.

Nel sito di Ideacalcio abbiamo talvolta parlato di agility. Prendendo in prestito il termine dalla letteratura anglosassone, si fa riferimento a movimenti rapidi del corpo, con cambi di velocità o direzione, eseguiti in risposta a uno stimolo esterno; l’agility, infatti, è una capacità che richiede l’intervento di strutture cognitive e motorie.

Attraverso alcuni studi di Blazevich et al., del 2002 e di Tricoli et al., del 2005, si è ipotizzato che un allenamento di muscolazione mirato potesse avere gli stessi effetti sulla prestazione di agility. L’autore, nelle pagine del testo, analizza se è effettivamente così e quali altri aspetti dell’allenamento di base possono essere importanti per i cambi di direzione.

Quello che conta veramente è l’identificazione degli obiettivi da conseguire e la strutturazione di un programma sufficientemente articolato, sulla base delle evidenze scientifiche a disposizione e dell’esperienza dello staff tecnico. Le esercitazioni basate sui cambi di direzione costituiscono un insieme di sollecitazioni estremamente correlate con l’attività in partita, ma non possono essere considerato come l’unico mezzo effettivamente utile.

Lascia un commento

Hai già un account? Accedi

Powered By MemberPress WooCommerce Plus Integration