Portieri – Esercizio numero 1, di Matthias Castiglioni

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Portieri – Esercizio numero 1, di Matthias Castiglioni

Torna l’appuntamento con la rubrica dedicata all’allenamento dei nostri numeri uno. Dopo la collaborazione con Andrea Brunello, la rubrica si arricchisce di un altro elemento di valore, Matthias Castiglioni.

Presentazione

Matthias Castiglioni, anno di nascita 1992. Laurea Triennale in Scienze delle Attività Motorie e Sportive presso l’Università degli Studi di Verona, Laurea Magistrale in Scienze dello Sport e della Prestazione Fisica presso l’Università degli Studi di Verona. Allenatore di Portieri Dilettanti e di Settore Giovanile, abilitazione UEFA B.

Un anno di esperienza nel mondo dilettantistico come preparatore dei portieri del settore giovanile di una società di serie D.

Seguo i portieri del Settore Giovanile dell’Hellas Verona come tecnico per l’annata 2010 della Scuola Calcio e come preparatore dei Portieri del settore femminile, categorie Under 15 e Primavera.

Esercizio: Attivazione iniziale con tecnica podalica in conduzione e trasmissione (lancio medio e rinvio corto) + prese alla figura

Obiettivo: Attivazione iniziale con sollecitazione dello sviluppo podalico tecnico (slalom) e tattico (trasmissione al compagno), lavoro di presa sulla figura.

Svolgimento

L’esercizio in questione può essere proposto a diverse categorie, sia dell’attività di base sia per le categorie agonistiche, andando chiaramente a modulare le richieste.

Vengono coinvolti tre portieri, uno che esegue l’esercizio e altri due che ricevono la trasmissione dal compagno.

Il portiere in possesso di palla inizia una conduzione effettuando uno slalom in direzione della parte centrale della porta, al termine del quale andrà ad effettuare, in relazione alla richieste dell’allenatore, un rinvio corto sul compagno basso, o un lancio medio al compagno posto nel vertice dell’area di rigore.

Al termine della trasmissione il portiere andrà a posizionarsi al centro della porta orientandosi verso il preparatore (posizionato a 10-12 metri frontalmente) e andrà a parare un tiro sulla figura.

Varianti:

  1. Differenziare la modalità di esecuzione dello slalom (conduzione entrambi i piedi, solo destro, solo sinistro, indietro);
  2. Il preparatore può cambiare la modalità di tiro (presa alla figura con pollici convergenti, presa alla figura con pollici divergenti, calcio rasoterra con relativa presa a 4, palla rimbalzante) e, in sedute successive, può variare la posizione di calcio, richiedendo quindi uno spostamento e posizionamento corretti antecedente al tiro .

Osservazioni Conclusive

  1. verificare la corretta conduzione e trasmissione al compagno per quanto riguarda la parte podalica
  2. verificare la corretta postura (ed eventuale spostamento) in relazione al tiro del preparatore: fondamentale è la seconda linea difensiva del portiere, quindi posizionare il corpo sempre frontalmente alla palla.

Credit Immagine: http://www.preparatorideiportieri.com/lapresa/

Share.

About Author

Matthias Castiglioni

Matthias Castiglioni, Laureato in Scienze delle Attività Motorie e Sportive presso l'Università di Verona, Laurea Magistrale in Scienze dello Sport e della Prestazione Fisica, Abilitato FIGC UEFA B-Abitlitato FIGC Allenatore per Dilettanti e Settore Giovanile

Leave A Reply