fbpx
Premium
Partite a Tema

Partite a tema: risolvere la parità numerica sulle catene laterali

25 Aprile 2022

Nell’articolo di oggi vediamo due esercitazioni rivolte a tutte le categorie a partire da quella Esordienti (adulti compresi). Si tratta di due partite a tema molto simili tra loro per struttura del campo di gioco ma soprattutto per il macro-obiettivo che si vuole osservare e favorire per maggior emergenza.

Nello specifico ci concentreremo sulla gestione della parità numerica sulle catene laterali, sia questa un 2v2 o un 3v3. Per farlo osserveremo soprattutto:

  • le distanze di relazione, ovvero come i giocatori si posizionano, in termini di distanze ma anche di corrette posture, per risolvere la situazione a proprio vantaggio
  • come i giocatori si relazionano tra loro – chiamiamola pure intesa – sia in fase di possesso che di non possesso, trasformando un’apparente parità numerica in una superiorità socio-affettiva
  • la capacità di superare uno o più avversari utilizzando il dribbling come arma vincente

A questi macro-obiettivi se ne aggiungeranno sicuramente altri, più o meno attesi a seconda delle caratteristiche dei giocatori a disposizione; nella seconda esercitazione emergeranno senza dubbio il riconoscimento della palla aperta e dei vantaggi che si generano, oltre allo smarcamento di rottura.

Il numero di giocatori impiegati è molto soggettivo e dipendente da quelli a disposizione; quelli che vedrete nelle immagini rappresentano solamente un’indicazione.

Considerazione simile per quel che riguarda le dimensioni dei campi di gioco, dipendenti come sempre dalla categoria che si allena, dalle capacità dei giocatori e dal giorno della settimana in cui s’inserisce l’esercitazione.

Prima esercitazione

Campo diviso verticalmente in tre zone, con quella centrale più stretta di quelle esterne. Giocatori schierati in posizione e inizialmente zonati.

Iniziale situazione di 2v2 nei corridoi, mentre gli altri giocatori (centrocampisti vari, difensori e attaccanti centrali) sono nella zona centrale. Nei corridoi possiamo collocare i braccetti di difesa, i terzini e laterali vari.

Si gioca una partita per il gol nelle tre porte della squadra avversaria.

Le due porte laterali non sono posizionate, come spesso accade, sulla linea di fondo, bensì 10-15 metri prima e convergenti verso il centro; questo per simulare un possibile sviluppo mediante un cross.

Si ottiene inoltre 1 punto superando un avversario nei corridoi mediante un dribbling o gioco associato (in quest’ultimo rientrano tutte quelle combinazioni a 2-3 giocatori, come ad esempio sovrapposizioni, triangolazioni, gioco e mi muovo in avanti, ecc.).

I laterali possono difendere anche nella zona centrale, così come i difensori centrali possono difendere anche nei corridoi laterali.

Seconda esercitazione

Questa seconda proposta ha una complessità superiore alla precedente (ma non per questo dovete svolgerle nell’ordine).

Per campo di gioco e squadre valgono le stesse considerazioni della prima esercitazione.

Si gioca una partita per il gol nelle tre porte della squadra avversaria.

In questo secondo caso le porticine laterali si trovano sulla linea di fondo ma resta tuttavia un’alternativa quella di collocarle come in precedenza. Consiglio magari di utilizzare entrambe le varianti e di osservare quali comportamenti differenti emergono.

Si ottiene inoltre 1 punto superando un avversario nei corridoi laterali mediante dribbling o gioco associato, oppure ricevendo alle spalle delle sagome dopo un inserimento.

Per l’inserimento viene indicato di prediligere la regola: con palla sull’esterno si possono inserire i giocatori del corridoio opposto e della zona centrale, mentre con palla al centro si inseriscono i giocatori di entrambi i corridoi laterali.

I laterali possono difendere anche nella zona centrale, così come i difensori centrali possono difendere anche nei corridoi laterali.

Considerazioni finali

La seconda esercitazione sono riuscito a proporla con buon riscontro pure con gli Esordienti U12. Utilizzando di recente un sistema di gioco 1.3.2.3, l’ho trovata ottima per allenare proprio le relazioni tra le coppie di laterali e la ricerca del dribbling sulle corsie esterne.

Buone le osservazioni relative anche al riconoscimento della palla aperta (su cui però avevamo già lavorato poco prima) e agli smarcamenti alle spalle dell’ultima linea avversaria.

Credit Foto Getty Images

Powered By MemberPress WooCommerce Plus Integration