fbpx
Premium
In fase di possesso

Orientamento del corpo oltre le linee avversarie

16 Febbraio 2022

Nell’articolo di oggi vediamo un’esercitazione che ho inserito e utilizzato in una fase di attivazione con una squadra di Giovanissimi U14 e che può essere rivolta a tutte le categorie a partire da quella Esordienti.

Come si vede anche dal video presente nell’articolo, la proposta è stata portata sul campo nel mese di agosto, durante il ritiro pre-campionato. Questa premessa è necessaria per capirne l’intento e il periodo storico in cui s’inserisce nell’arco della stagione. L’obiettivo è infatti quello di introdurre la corretta postura per ricevere alle spalle di una linea rivale e la percezione del lato cieco; quest’ultima servirà all’attaccante per valutare il comportamento del difensore alle sue spalle. Si verrà di fatti a creare una situazione di 2v1 finalizzata a conquistare lo spazio alle spalle del difendente. 

Al fine di garantire un buon numero di ripetizioni, l’esercitazione può essere predisposta su più campi di gioco.

Trasmissione diagonale dal giocatore (1) a (2) che controlla e gioca per (3), alzatosi nel frattempo alle spalle della linea di sagome.

Sul tempo del passaggio da (1) a (2), il difensore ha due possibilità:

  • uscire a contrasto su (3)
  • rimanere a difesa del cancello (largo circa 10 metri) ma non potendo difendere al suo interno

Il compagno (4), infatti, partendo da una posizione centrale, dovrà riuscire a ricevere o condurre in zona di meta, con (3) che gioca ad un massimo a due tocchi.

In zona di meta non c’è il fuorigioco. 

Sul primo passaggio di (1), il giocatore (4) si attiva, decidendo autonomamente come agire per ricevere e/o condurre in zona di meta.

VIDEO VISIBILE AI SOLI ABBONATI SILVER E GOLD

Considerazioni finali

Come ho già altre volte scritto in proposte simili, siamo tutti consapevoli che l’esercitazione manchi di diversi elementi che ne definiscono la complessità del gioco, tuttavia la ritengo valida soprattutto nella prima parte di stagione proprio per introdurre i comportamenti descritti in precedenza.

Se un giocatore non riesce a gestire una così bassa complessità, dovendo valutare fondamentalmente due cose: il comportamento del difensore e quello del compagno, come può farlo in esercitazione globali? E vi assicuro che il numero di errori è stato elevato…

Mentre ci si alza alle spalle della linea di sagome occorre orientarsi per riuscire a percepire il comportamento del difensore. A seconda che accorci o meno, lo sviluppo dell’azione avrà soluzioni differenti. L’attaccante (4), dal canto suo, dovrà scegliere, in funzione della palla coperta o scoperta, se muoversi in appoggio o alle spalle del difensore.  

Powered By MemberPress WooCommerce Plus Integration