Rondo

Rondo e attività di base: 3c1+1 per la conquista dello spazio

23 Gennaio 2018

Rondo e attività di base: 3c1+1 per la conquista dello spazio

Nell’articolo di oggi vediamo aggiornato un articolo del 2018. Si tratta di due rondo; o forse sarebbe più opportuno chiamarli rondo mascherati.

La proposta è stata ideata ed è rivolta alle categorie Pulcini ed Esordienti, senza dimenticarci magari l’ultimo anno della categoria Primi Calci. Un suo utilizzo non è affatto da escludere per quanto riguarda pure la categoria Giovanissimi, come fase d’attivazione.

Gli obiettivi delle due proposte, molto simili per la verità, sono:

  • allenare smarcamento, passaggio e ricezione orientata
  • ricerca costante delle linee di passaggio (non finire nel cono d’ombra del difensore)
  • conquistare spazio in avanti con una conduzione
  • giocare in superiorità numerica
  • ricevere il passaggio nello spazio

Come potete vedere dalle immagini, vengono predisposti due campi di gioco adiacenti; in questo modo l’allenatore, collocandosi tra i due campi, può facilmente controllare tutti gli allievi. Le dimensioni sono indicative e soggette alla qualità del proprio gruppo, nonché alle condizioni del terreno di gioco.

Giocatori coinvolti: 5 per campo.

Proposta Numero Uno

Situazione di 3c1 nel primo settore.

Gli attaccanti dovranno realizzare almeno 5 passaggi per acquisire la possibilità di conquistare la zona di meta in conduzione. Un secondo difensore agisce solo lateralmente l’ingresso alla zona di meta.

Se il difensore recupera palla dovrà segnare nella porta incustodita (porta 4×2). Se uno dei due difensori recupera palla, può chiamare in gioco il compagno servendolo con un passaggio. Gli attaccanti, persa palla, cercano di impedire la facile conclusione a rete.

VARIANTI

  • si può entrare in zona di meta anche ricevendo il passaggio nello spazio (2punti);
  • si può entrare in zona di meta solo con un passaggio nello spazio.

Proposta Numero Due

Situazione di 3c1 in cui gli attaccanti Neri dovranno realizzare almeno 5 passaggi per poi attraversare in conduzione una delle due porticine, difese dal secondo difensore che agisce solo sulla linea (si muove lateralmente).

Se i difensori recuperano palla cercano il gol nella porta incustodita (stesse regole della proposta precedente).

Rispetto alla precedente variante, questa seconda idea è un po’ più complessa, vista l’entrata in zona di meta oltrepassando solamente due porticine e non tutta la linea. Gli attaccanti dovranno muovere palla affinché il secondo difensore si sposti a difesa di una per poi colpire su quella più lontana.

Credit Immagine: https://www.roundrocktexas.gov/wp

Lascia un commento

Hai già un account? Accedi