Rondo

Rondo 4v2: giocare con e senza palla oltre le linee avversarie

9 Agosto 2021

Rondo 4v2: giocare con e senza palla oltre le linee avversarie

Nell’articolo di oggi vediamo aggiornata un’esercitazione utilizzata con una squadra di Giovanissimi e che, a partire dalla categoria Esordienti, ritengo adatta per tutte le categorie.

Si tratta di un Rondo proposto nella fase di attivazione, che non vuole allenare il mantenimento del possesso fine a se stesso bensì alcuni sotto-principi legati al proprio modello di gioco.

Nello specifico, in questa esercitazione mi interessava:

  • giocare corto per trovare un elemento alle spalle della pressione avversaria
  • lo smarcamento oltre le linee di pressione avversarie
  • la capacità di ri-organizzarsi velocemente
  • le transizioni

Giocatori necessari: minimo 6, meglio 7.

Il campo di gioco viene diviso in tre zone, con le due zone esterne più grandi di quella centrale. La zona centrale (5m circa) viene inoltre delimitata da alcune sagome. Io le ho inserite per ricreare una maggior specificità ma tuttavia non sono necessarie.

Situazione di 3v1 in zona uno con l’obiettivo di servire l’attaccante in zona due.

Non c’è un minimo di passaggi da realizzare, lo si può servire quando si vuole. Sottolineare ai ragazzi che l’obiettivo non è la gestione del possesso bensì servire il compagno alle spalle degli avversari.

Un difensore contrasta attivamente l’azione dei 3 attaccanti in zona uno mentre un secondo difensore è collocato al centro delle due zone, con l’obiettivo di intercettare il passaggio tra le due zone esterne.

In caso di passaggio riuscito, gli attaccanti si spostano velocemente per supportare l’azione del compagno e ricreare le medesime condizioni nel settore opposto. Il difensore al centro, giunta palla in zona due, conta fino a 3″ prima di entrare a contrastare l’azione (altrimenti si rischierebbe di creare un’iniziale situazione di 1v1 che si discosterebbe dall’obiettivo della proposta).

Se il difensore in zona palla la recupera cerca il gol nella porticina (viene posizionata una porticina su ognuna delle due linee di fondo; nell’immagine mi sono dimenticato di inserirle entrambe). Se la recupera il difensore nel mezzo cambiamo immediatamente di ruoli.

VARIANTI

  • Situazione di 5v2 con due attaccanti in zona due. In questo caso il difensore non deve contare fino a 3 prima di entrare a contrasto;
  • togliamo le porticine. I difensori cambiano ad ogni errore o dopo un numero prestabilito di intercetti;

Osservazioni

L’attaccante in zona due deve cercare continuamente una linea di passaggio sicura. In quest’ottica assume importanza l’inserimento delle sagome che ostacolano diverse linee di passaggio e complicano il compito di chi deve verticalizzare e di chi deve smarcarsi alle spalle.

Una volta giocata palla in zona due, spostarsi velocemente per non lasciare solo il futuro ricevente.

“C’è differenza tra uomo libero e uomo solo”

 

Credit Immagine: https://cdn-s3.si.com

Lascia un commento

Hai già un account? Accedi