Letture Consigliate: “Educare alla libertà”, di M. Montessori

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Letture Consigliate: “Educare alla libertà”, di M. Montessori

Nell’articolo di oggi sono a presentarvi il libro “Educare alla libertà“, scritto originariamente da Maria Montessori, editore Oscar Mondadori (2008).

Cenni sugli autori: Maria Montessori è stata un’educatrice, pedagogista, filosofa, medico,  neuropsichiatra infantile e scienziata italiana, internazionalmente nota per il metodo educativo che prende il suo nome, adottato in migliaia di scuole materne, elementari, medie e superiori in tutto il mondo; fu tra le prime donne a laurearsi in medicina in Italia.

Il libro è il rifacimento della più importante opera di Maria Montessori: “Il metodo della pedagogia scientifica applicato all’educazione infantile nelle case dei bambini”, recentemente pubblicato in edizione critica dall’Istituto superiore di ricerca e formazione dell’opera Nazionale Montessori.

Fin dalle prime pagine l’autrice spiega chiaramente che il suo metodo si basa sull’osservazione attenta del singolo bambino e sulla preservazione della “libertà degli scolari nelle loro manifestazioni spontanee”, che devono essere rispettate quasi “con religiosa venerazione”.

Il problema nasce dalla constatazione che il mastro tradizionale si considera l’unico vero agente dell’educazione infantile, investito del compito di limitare e riempire l’attività degli allievi; egli non si rende conto che il piccolo “rivela se stesso” solo quando è lasciato libero di esprimersi, non quando viene coartato da qualche schema educativo o da una disciplina puramente esteriore.

Il libro a mio modo di vedere è un po’ pesante e lento in alcuni passaggi ma allo stesso tempo molto interessante in altri capitoli. E’ infatti impossibile non cogliere gli ottimi spunti pedagogici che offre, non solo per lavorare coi bambini ma più in generale con l’essere umano.

“Non si può essere liberi se non si è indipendenti; quindi, al fine di raggiungere l’indipendenza, le manifestazioni attive della libertà personale debbono essere guidate fin dalla primissima infanzia. Dal momento in cui vengono svezzati, i piccoli si mettono in cammino lungo la rischiosa via dell’indipendenza.”

“Una lezione diventerà tanto più perfetta quante più parole saprà risparmiare; e una cura speciale deve essere appunto quella, nella preparazione della lezione, di contare a vagliare le parole che si dovranno pronunciare“.

“Coi miei metodi la maestra insegna poco, osserva molto e, soprattutto, ha la funzione di dirigere le attività psichiche dei bambini e il loro sviluppo fisiologico“. [..] La maestra tuttavia ha molte e non facili mansioni: la sua cooperazione è tutt’altro che esclusa, ma diventa prudente, delicata e multiforme. Non c’è bisogno delle sue parole, della sua energia, della sua severità, ma quel che occorre è la sapienza oculata nell’osservare, nel servire, nell’accorrere o nel ritirarsi, nel parlare o nel tacere secondo i casi e i bisogni“.

In definitiva un libro che, considerato il prezzo più che accessibile per tutti (10 euro circa) e gli spunti e/o conferme che offre, mi sento di consigliarvi.

Share.

About Author

Diego Franzoso

Franzoso Diego, nato a Rovigo il 15/04/1983. Laurea Magistrale in Scienze e Tecniche dell'Attività Motoria Preventiva e Adattata. Allenatore UEFA B e Istruttore CONI-FIGC. Attualmente allenatore dei Giovanissimi Regionali Élite dell'AC Este

Leave A Reply