Portiere – Chiusura della Porta – Tempismo e Coraggio, di Matthias Castiglioni

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Portiere – Chiusura della Porta – Tempismo e Coraggio

Cari lettori, oggi vorrei affrontare il gesto tecnico della deviazione con il corpo su tiro ravvicinato.

Non di rado si vedono portieri che riescono a salvare un gol sulla linea della porta, opponendosi con l’intero corpo al tiro avversario: delle situazioni che si possono presentare all’interno del contesto della partita questa è sicuramente una delle più complesse che il portiere si trova a dover risolvere.

Per riuscire ad ottenere un esito positivo è necessario proporre esercitazioni, tanto analitiche quanto situazionali, che sensibilizzino il portiere a riconoscere rapidamente questa situazione ed attuare i corretti accorgimenti per evitare ad ogni costo il gol.

La deviazione è un gesto tecnico che viene utilizzato quando non risulta conveniente bloccare la palla, sia per mancanza di tempo, che per velocità o traiettoria imprevedibile del pallone.

Le deviazioni possono essere classificate in relazione all’utilizzo di differenti parti del corpo:

  • Ad una mano
  • A due mani
  • Ad un pugno
  • A due pugni
  • Con il corpo
  • Con i piedi

Noi oggi andremo ad esaminare la deviazione con il corpo: essa si esegue cercando di opporre la maggior parte di superficie corporea possibile al fine di proteggere la porta ed impedire la segnatura. Si utilizza prevalentemente quando si presenta un tiro molto ravvicinato e, di conseguenza, il tempo di reazione a disposizione è minimo.

Esecuzione

In questa esercitazione cerchiamo di ricreare la situazione di gara in cui vi è una trasmissione dal fondo del campo verso “dietro”, all’interno dell’area di rigore, e l’avversario colpisce a “colpo sicuro” con un tiro di prima intenzione.

Il portiere si colloca in porta con postura e posizione verso la palla, che è in possesso del compagno il quale non esegue l’esercizio. Il preparatore si posiziona invece al limite dell’area di porta pronto a calciare in rete la palla trasmessa dal secondo portiere.

In questa situazione vi sono due atteggiamenti che il portiere può attuare in relazione alla traiettoria di trasmissione della sfera da parte del compagno verso il preparatore: se la traiettoria della palla è all’interno del raggio d’azione del portiere, questo deve necessariamente attaccare la palla mediante un’uscita in anticipo (sia essa rasoterra o mezza-altezza) per evitare che il pallone giunga al preparatore.

Se invece la traiettoria del passaggio è all’esterno del raggio d’azione il portiere deve attuare una copertura della porta per effettuare una deviazione con il corpo.

Il portiere attua quindi un passo in apertura verso sinistra “guadagnando” la riga di porta in modo da ricavarsi tempo e spazio di reazione e va a copertura con il corpo tentando di opporre la maggior parte della superficie corporea al tiro avversario.

Osservazioni

Fondamentale in questa situazione è abituare il portiere a differenziare la scelta in relazione alla traiettoria di trasmissione della palla: chiaramente se è possibile anticipare il tiro il portiere deve eseguire un’uscita in anticipo per evitare che la palla giunga all’avversario posizionato meglio al centro della porta; se invece non vi è la possibilità il portiere deve intuire che la priorità in questo caso è coprire la porta correndo sulla linea e tentando di deviare il tiro con il corpo.

Conclusioni

Chiaramente questa tipologia di intervento è certamente una delle più complesse anche perché alla base ci deve essere una buona dose di coraggio e di tempismo nell’esecuzione del gesto tecnico.

Ricreare questa tipologie di situazioni abitua i nostri portieri a riconoscere rapidamente la soluzione migliore da attuare nel contesto della partita; non sempre infatti attaccare la palla risulta essere la scelta migliore per il portiere poiché, come nel caso della deviazione con il corpo su un tiro ravvicinato, non vi è abbastanza tempo per reagire in modo efficace al tiro avversario.

Credit Immagine: http://www.laroma24.it/news/social-networks/2016/04/serie-a-la-parata-di-szczesny-su-higuain-e-la-migliore-della-35esima-giornata

Share.

About Author

Matthias Castiglioni

Matthias Castiglioni, Laureato in Scienze delle Attività Motorie e Sportive presso l'Università di Verona, Laurea Magistrale in Scienze dello Sport e della Prestazione Fisica, Abilitato FIGC UEFA B-Abitlitato FIGC Allenatore per Dilettanti e Settore Giovanile

Leave A Reply