Portiere – Lavoro Fisico nel Portiere di Calcio, di Matthias Castiglioni

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Portiere – Lavoro Fisico nel Portiere di Calcio

Cari lettori, nell’articolo di oggi voglio presentarvi un interessante lavoro fisico abbinato all’allenamento della tecnica podalica individuale.

Quello di oggi è una sezione di lavoro fisico, da abbinare chiaramente al lavoro in palestra, che sollecita da una parte il metabolismo aerobico-anaerobico e, dall’altra, un parziale stimolo per lo sviluppo della forza negli arti inferiori.

Esecuzione

Vengono disposti 6 cinesini colorati, nel lato corto dell’area di rigore, dove sono posizionati rispettivamente i palloni.

In prossimità del calcio d’angolo è disposto un cono per indicare il tragitto da compiere; il portiere infatti partendo dal cono andrà a calciare il pallone verso la porta e dovrà ritornare velocemente al cono prima di poter calciare nuovamente il pallone successivo.

Osservazioni

Il portiere, come è ben noto, risulta avere un modello prestativo notevolmente differente rispetto ai giocatori di movimento, per cui i lavori fisici che vengono pianificati devono necessariamente essere diversificati rispetto agli altri componenti della squadra.

Se da una parte il lavoro fisico in palestra permette di allenare in modo specifico alcuni distretti corporei, non è da escludere anche un lavoro fisico sul campo abbinato ad uno specifico gesto tecnico, soprattutto per le prime fasce delle categorie giovanili.

L’esercizio di oggi può essere utilizzato già a partire dalla categoria Giovanissimi.

 

Credit Immagine: https://romanews.eu/

Share.

About Author

Matthias Castiglioni

Matthias Castiglioni, Laureato in Scienze delle Attività Motorie e Sportive presso l'Università di Verona, Laurea Magistrale in Scienze dello Sport e della Prestazione Fisica, Abilitato FIGC UEFA B-Abitlitato FIGC Allenatore per Dilettanti e Settore Giovanile

Leave A Reply