Portiere – Linea di Tuffo durante il Recupero in Emergenza, di Matthias Castiglioni

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Portiere – Linea di Tuffo durante il Recupero in Emergenza

Cari lettori, l’articolo di oggi è incentrato sulla linea di tuffo ideale da mantenere durante la fase del recupero della porta.

Essendo la partita di calcio un insieme complesso di situazioni, spesso imprevedibili, il portiere dovrebbe idealmente riuscire ad essere sempre posizionato in maniera corretta verso la palla ed eseguire i fondamentali tecnici in modo corretto ed adatto allo specifico momento in cui è coinvolto.

Una delle situazioni più complesse da gestire per il numero uno è senza dubbio la fase del recupero della porta, che spesso avviene durante una transizione negativa, poiché deve velocemente rientrare verso la porta e porsi in una posizione tale da permettergli sia di difendere la porta sia di attaccare lo spazio di sua competenza.

Esecuzione

L’esercizio proposto ha come obiettivo principale quello di rientrare velocemente in porta per recuperare la posizione corretta rispetto alla palla.

Vengono disposti 4 cinesini diagonalmente al centro della porta, ed il preparatore dotato di sei palloni si posizionerà lungo il lato corto dell’area di rigore.

Il portiere dovrà inizialmente eseguire un’uscita bassa in anticipo al primo cinesino e poi, mediante una rialzata, dovrà andare a parare una palla calciata dall’allenatore verso la porta.

Chiaramente in relazione all’età è possibile eseguire un maggior numero sequenze (consiglio massimo quattro).

Osservazioni

Come detto l’obiettivo sarà effettuare il corretto recupero della porta: l’uscita bassa in anticipo ha il solo scopo di far uscire il portiere dalla posizione corretta, il quale sarà quindi costretto a ricercare velocemente la posizione e la postura corretta sul tiro successivo dell’allenatore.

Fondamentale è assicurarsi che il portiere, al momento del tiro, sia in posizione ferma e stabile, per effettuare al meglio il suo intervento.

Una volta appresa la sequenza è consigliato accelerare il recupero della porta, costringendo il portiere ad effettuare un intervento in corsa: in questo caso è necessario porre l’attenzione sulla linea di tuffo corretta; l’intervento sarà da effettuare leggermente davanti al palo di competenza e non, come avviene spesso nei portieri più piccoli, essendo attratti per andare alla ricerca della palla (in quel caso si lascerà libero lo spazio all’interno dell’area).

 

Credit Immagine: https://www.ilpallonegonfiato.com/la-top-11-dei-quarti-neuer-williams-giroud/

Share.

About Author

Matthias Castiglioni

Matthias Castiglioni, Laureato in Scienze delle Attività Motorie e Sportive presso l'Università di Verona, Laurea Magistrale in Scienze dello Sport e della Prestazione Fisica, Abilitato FIGC UEFA B-Abitlitato FIGC Allenatore per Dilettanti e Settore Giovanile

Leave A Reply