Portiere – Lo Scudo dei Portieri, di Matthias Castiglioni

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Portiere – Lo Scudo dei Portieri

Cari lettori, oggi propongo un articolo che analizza uno degli strumenti utili che il preparatore può utilizzare per ricreare situazioni più vicine possibili alla gara.

Lo scudo è sostanzialmente un deviatore mobile di traiettoria, molto leggero (circa 250 grammi) e con due impugnature solide che permettono di ricreare in modo preciso le direzioni volute dal preparatore.

Grazie alla sua solidità, il pallone una volta giunto a contatto con la superficie dello scudo subirà una deformità molto simile a quella che avviene durante un colpo di testa, e acquisterà un’elevata velocità di uscita.

Filippi Shield – Per maggiori informazioni sull’acquisto cliccate sull’immagine

Di seguito propongo un’esercitazione che prevede l’utilizzo dello scudo, che ha come obiettivo iniziale lo spostamento in relazione al pallone e, a seconda della traiettoria di uscita della palla, si potrà effettuare una parata o un’uscita in presa alta.

Esecuzione

Il preparatore si posiziona all’interno dell’area di rigore, in linea con il secondo palo, orientato verso il possessore di palla. Il portiere è collocato in postura e posizione corretta in relazione alla palla, che risulta in possesso del compagno posto al di fuori dell’area di rigore.

Il possessore andrà ad effettuare un lancio verso il preparatore il quale, mediante l’utilizzo dello scudo, andrà a simulare un colpo di testa deviando la palla verso la porta; il portiere dovrà quindi spostarsi verso il preparatore, bloccarsi al momento del tiro per andare ad effettuare la parata.

VARIANTE:

Sarà possibile variare la tipologia di deviazione, andando a ricreare un tiro verso la porta (come l’esercitazione), un’uscita alta o un attacco su una palla deviata verso l’area di porta (con traiettoria a mezza altezza, rasoterra o battente)

Osservazioni

L’utilizzo dello scudo può fornire un’importante ausilio al preparatore per riuscire a ricreare, con il minimo dispendio di risorse, situazioni che poi vengono riproposte durante la gara. Chiaramente è fondamentale ricordarsi che sarà inutile, soprattutto per i giovani portieri, utilizzare lo scudo se prima non si saranno appresi e consolidati in modo efficace elementi base della tecnica quali, per esempio, lo spostamento, la frenata e il tuffo.

 

Credit Immagine: https://www.ilnumero1.it/prodotto/filippi-shield/

Share.

About Author

Matthias Castiglioni

Matthias Castiglioni, Laureato in Scienze delle Attività Motorie e Sportive presso l'Università di Verona, Laurea Magistrale in Scienze dello Sport e della Prestazione Fisica, Abilitato FIGC UEFA B-Abitlitato FIGC Allenatore per Dilettanti e Settore Giovanile

Leave A Reply