Portiere – Scelta degli Appoggi nelle Trasmissioni, di Matthias Castiglioni

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Portiere – Scelta degli Appoggi nelle Trasmissioni

Cari lettori, nell’articolo di oggi verrà proposta un’esercitazione utile al portiere per scegliere in modo efficace l’appoggio migliore durante la fase di costruzione.

Nel calcio moderno al portiere è richiesto non solo di intervenire a difesa della porta e dello spazio, ma di essere anche il primo regista durante la fase di possesso, fungendo da primo sostegno per la squadra.

Dedicare una parte di allenamento all’analisi e al miglioramento delle abilità podaliche risulta certamente utile per il portiere nel momento della gara; importante sarà inoltre per il preparatore dei portieri confrontarsi con il proprio allenatore per fare in modo che le esigenze e i principi alla base della filosofia di gioco vengano condivisi e compresi anche dal numero uno.

Esercitazione

Ipotizzando di avere quattro portieri a disposizione uno di essi andrà in porta ad eseguire attivamente l’esercitazione mentre gli altri fungeranno da appoggi verticali posizionandosi al limite dell’area di rigore. il preparatore invece, in possesso della palla, sarà posizionato nel settore opposto.

Il preparatore andrà ad effettuare un retropassaggio verso il portiere il quale, dopo un controllo trasmetterà palla al compagno posizionato al centro e si sposterà lateralmente per fungere da sostegno. Chi riceve trasmetterà nuovamente palla verso il portiere e andrà in pressione su una delle due linee di passaggio che si creeranno; di conseguenza il portiere andrà a trasmettere al compagno che risulterà libero.

Osservazioni

In questa esercitazione sono numerosi gli elementi su cui porre attenzione: il controllo del portiere è consigliabile effettuarlo con la gamba interna, ossia quella più vicina al centro della porta, in modo da mantenere una postura frontale al campo, che consentirà di avere una visione totale del campo di gioco e delle relative dinamiche (compagni e avversari).

Nel momento dello spostamento a sostegno, la postura del portiere in ricezione dovrà essere frontale per riuscire a giocare la palla con entrambi i piedi.

Infine la trasmissione agli appoggi verticali sarà preferibile effettuarla verso il piede smarcato, ovvero il piede più distante dalla pressione avversaria, facilitando di conseguenza il dominio della palla da parte del compagno.

Dopo aver fidelizzato con le regole dell’esercitazione sarà possibile invitare il portiere a trasmettere la palla di prima intenzione, proponendo poi anche al giocatore in pressione di scegliere se marcare una delle linee di passaggio o tentare di pressare il portiere ricevente.

 

Share.

About Author

Matthias Castiglioni

Matthias Castiglioni, Laureato in Scienze delle Attività Motorie e Sportive presso l'Università di Verona, Laurea Magistrale in Scienze dello Sport e della Prestazione Fisica, Abilitato FIGC UEFA B-Abitlitato FIGC Allenatore per Dilettanti e Settore Giovanile

Leave A Reply