fbpx
Proposte Integrate

Esercitazione integrata: rapidità, contrasto e 1v1

11 Settembre 2022

Esercitazione tecnico-motoria: rapidità, cambi di direzione, contrasto e 1v1

Nell’articolo di oggi rivediamo aggiornata una proposta pubblicata originariamente su Ideacalcio nell’Aprile 2012.

Si tratta di un’esercitazione integrata, portata sul campo con un gruppo di Pulcini U11 con diverse lacune, e ideata allo scopo di coniugare diversi obiettivi:

🎯 Tecnici: trasmissione e contrasto
🎯 Tattici: dribbling, difesa della palla, 1v1
🎯 Fisici: sviluppo delle capacità percettive (in particolare del canale visivo), rapidità

Formiamo due squadre e disponiamole come in figura.

Dividere il campo in una zona centrale ampia e un corridoio laterale di circa 5 metri. Nel secondo si posiziona un giocatore Giallo, a una distanza di 15 metri da due porticine. Questi avrà l’obiettivo di calciare la palla per fare gol nella porticina di fronte a lui.

Nel settore adiacente (dimensioni variabili a seconda del livello dei ragazzi), al via dell’allenatore, i primi due allievi eseguono uno sprint 5mt+5mt (con due cambi di direzione) prima di contendersi il pallone nel mezzo. Solo quando i due giocatori saranno arrivati sul pallone giallo potrà calciare nella porticina.

Es. Tecnico Motoria Rapidità Cambi di direzione Contrasto 1v1

A seconda dell’esito del passaggio di giallo si segnerà in una o nell’altro porticina del campo di dx (esempio: gol di giallo, blu e rosso dovranno segnare nella porticina in alto. No gol di giallo, i due dovranno segnare nella porticina in basso).

Giallo ha a disposizione diversi palloni e calcia una volta su una porticina e la volta successiva sull’altra.
Cambiare Giallo ogni 2′-3′.

Una variante può prevedere che giallo possa decidere di calciare in una delle due porticine. Se calcia in alto, blu e rosso segneranno in quella in alto a prescindere dall’esito del passaggio di giallo; se calcia in basso viceversa.

🕵🏻‍♂️ Osservazioni

Il fatto che giallo possa calciare solo dopo che i due giocatori sono giunti sul pallone, deve portare i due allievi impegnati a duello a sviluppare una buona visione periferica, considerato che dovranno al tempo stesso contrastare/difendere la palla e valutare l’esito del passaggio di giallo.

Portai l’esercitazione sul campo ormai più di 10 anni fa. A rivederla oggi mi accorgo di come sia cambiata la mia metodologia e di come questo sia stato possibile soprattutto grazie alla qualità dei ragazzi che ho avuto la fortuna di allenare nelle stagioni successive.

Ciò nonostante credo sia sempre importante contestualizzare ogni esercitazione sulla base delle capacità attuali in possesso dei ragazzi.

Credit Immagine: http://www.soccer-universe.com

Lascia un commento

Hai già un account? Accedi

Powered By MemberPress WooCommerce Plus Integration