fbpx
Possessi Palla

Possesso Palla 6v3+3: muovere l’avversario da un lato all’altro

28 Luglio 2022

Possesso Palla 6v3+3: muovere l’avversario da un lato all’altro

Nell’articolo di oggi rivediamo aggiornata un’esercitazione portata sul campo con una squadra di Giovanissimi e rivolta a tutte le categorie dell’attività agonistica, adulti compresi.

Si tratta di un possesso palla che pone l’attenzione sulla struttura tattica, con riferimento alla fase di possesso o a quella di non possesso.

Il focus in fase di possesso riguarda:

attirare l’avversario in una porzione di campo per poi ribaltare rapidamente il gioco muovendo la palla sul lato opposto;

giocare alle spalle del pressing avversario

Il focus in fase di non possesso riguarda:

densità in zona palla, svuotare il lato opposto

pressione uomo contro uomo in zona palla

Le dimensioni del campo di gioco dipendono principalmente dal livello tecnico-tattico dei giocatori a disposizione e dal carico metabolico che si vuole garantire alla proposta. I diversi cambi di fronte infatti, obbligheranno entrambe le squadre a diversi spostamenti che ne fanno di fatto un’esercitazione davvero completa sotto tutti i punti di vista.

Il campo viene comunque diviso in due metà e al centro possiamo collocare alcune sagome; questo per incentivare una maggior ricerca di linee di passaggio libere.

Giocatori impiegati: 12. Potremmo tuttavia inserire un Jolly o aumentare il numero di interni.

Situazione di 3v3 all’interno più 3 sponde per squadra disposte come da figura: 2 sui vertici in una metà campo e il terzo al centro del lato opposto.

Medesimo obiettivo per le due squadre all’interno: contendersi il mantenimento del possesso con lo scopo di attirare la squadra avversaria in una metà campo, sfruttando la superiorità numerica offerta dalle proprie sponde, per poi ribaltare velocemente il gioco verso l’altra metà campo, muovendola sulle/a sponde opposte.

Gli interni si possono muovere liberamente su tutto il campo.

Tocchi liberi all’interno, uno per le sponde (incentivare il tempo di smarcamento per gli interni). Le sponde sono mobili nello spazio adiacente a loro.

Cambio sponde e interni a tempo, ogni 3 minuti.

VARIANTI

📌 sponde a 2 tocchi ma possono essere attaccate;

📌 sponde a 1 tocco ma se non trovano prontamente una soluzione possono entrare dentro al campo in conduzione (col primo tocco) per puntare un avversario, liberando di fatto un compagno dalla marcatura (“conduco per provocare”)

🕵🏻‍♂️ Osservazioni 

In fase di possesso, se tutti gli interni si schiacciano verso le proprie sponde, l’unica soluzione per uscire sarà probabilmente il cambio gioco da sponda a sponda. Se almeno uno degli Interni sarà abile a ricevere palla alle spalle della pressione avversaria, potremmo ribaltare il gioco con maggior facilità.

In fase di non possesso, pressione massima all’interno, uomo contro uomo. Non permettere l’imbucata, rimanere compatti e allo stesso tempo aggressivi sull’uomo più vicino.

Credit Immagine: https://www.fourfourtwo.com

Lascia un commento

Hai già un account? Accedi

Powered By MemberPress WooCommerce Plus Integration